Santa Maria di Leuca

Non sono certo i visitatori né i turisti contemporanei ad aver scoperto che Santa Maria di Leuca è uno splendido luogo dove trascorrere le proprie vacanze. Questa piccola e ridente cittadina che sorge tra i due promontori più a sud del territorio pugliese, Punta Meliso e Punta Ristola, chiamata anche “la perla del mediterraneo” era infatti già nota e frequentata come località di villeggiatura sin dalla metà del 1800.

fotografia-del-salento05

Di tale antica tradizione restano gli incantevoli esempi della tante ville, più di 40, che sorsero un città e nei dintorni proprio a partire da allora, edifici sontuosi e bizzarri, dalle architetture esotiche ed originali, dove le famiglie altolocate venivano a trascorrere il loro periodo di villeggiatura.

Sul mare restano ancora, di tale epoca, i casotti dove le nobildonne ed i signori si bagnavano e si tuffavano, al riparo da occhi indiscreti, le “bagnarole”. Quindi oggi il motivo per cui trascorrere un periodo di vacanza o per visitare Santa Maria di Leuca è duplice: da un lato un mare splendido in cui tuffarsi, scovando una delle tante calette ed insenature che si aprono sulla parete di scogli, dall’altra il piacere di girovagare nella cittadina alla riscoperta dell’antico sfarzo ed eleganza che la caratterizzavano.

Ma non è finita qui, Santa Maria di Leuca ha altre attrattive ancora da offrire, come lo splendido patrimonio naturale delle magnifiche grotte e caverne da visitare in escursione, il faro che domina il mare e dall’alto del quale si gode di una vista strepitosa, e la Basilica de Finibus Terrae, uno dei luoghi di culto più famosi sin dagli albori della cristianità.