Santa Maria di Leuca

Non sono certo i visitatori né i turisti contemporanei ad aver scoperto che Santa Maria di Leuca è uno splendido luogo dove trascorrere le proprie vacanze. Questa piccola e ridente cittadina che sorge tra i due promontori più a sud del territorio pugliese, Punta Meliso e Punta Ristola, chiamata anche “la perla del mediterraneo” era infatti già nota e frequentata come località di villeggiatura sin dalla metà del 1800.

fotografia-del-salento05

Di tale antica tradizione restano gli incantevoli esempi della tante ville, più di 40, che sorsero un città e nei dintorni proprio a partire da allora, edifici sontuosi e bizzarri, dalle architetture esotiche ed originali, dove le famiglie altolocate venivano a trascorrere il loro periodo di villeggiatura.

Sul mare restano ancora, di tale epoca, i casotti dove le nobildonne ed i signori si bagnavano e si tuffavano, al riparo da occhi indiscreti, le “bagnarole”. Quindi oggi il motivo per cui trascorrere un periodo di vacanza o per visitare Santa Maria di Leuca è duplice: da un lato un mare splendido in cui tuffarsi, scovando una delle tante calette ed insenature che si aprono sulla parete di scogli, dall’altra il piacere di girovagare nella cittadina alla riscoperta dell’antico sfarzo ed eleganza che la caratterizzavano.

Ma non è finita qui, Santa Maria di Leuca ha altre attrattive ancora da offrire, come lo splendido patrimonio naturale delle magnifiche grotte e caverne da visitare in escursione, il faro che domina il mare e dall’alto del quale si gode di una vista strepitosa, e la Basilica de Finibus Terrae, uno dei luoghi di culto più famosi sin dagli albori della cristianità.

Gargano

Considerano l’Italia come uno stivale, per trovare immediatamente dove si trova il Gargano basta guardare allo sperone dello stivale, nel nord della Puglia. Questo ampio territorio montuoso si sporge ad oriente nel mare Adriatico e rappresenta uno dei luoghi più preziosi ed interessanti della Puglia per una serie di svariati motivi.

fotografia-del-salento02

Prima di tutto è una meta ideale per chi desidera trovare una costa affascinante come paesaggio ed un mare splendido in cui tuffarsi nella lunga stagione estiva, che da magio ad ottobre regala giornate indimenticabili sotto il sole. Sono circa 70 i chilometri di litorale, e ci sono località adatte ad ogni tipo di bagnante. Chi desidera comode e grandi spiagge non avrà che da dirigersi verso la costa sud del Gargano, nel grande Golfo di Manfredonia. Qui troviamo le spiagge di Mattinata e Mattinatella, e località celebri come Baia delle Zagare, Pugnochiuso, Vignanotica. Altre magnifiche spiagge, esclusive ed appartate le troviamo anche nel versante ord, a Vieste e Peschici, tra le quali la più famosa è certamente Pizzomunno.

Ma il Gargano non è solo mare, l’entroterra infatti racchiude uno dei gioielli naturalistici della regione pugliese, la Foresta Umbra. Si tratta della più ampia superficie boschvia della regione, quello che rimane delle antiche foreste che un tempo ricoprivano tutto il territorio della Puglia, e che nel corso dei millenni si sono ridotte di estensione, fino a concentrarsi solo in alcune località, come, appunto sul selvaggio promontorio del Gargano. Oggi la foresta è all’interno di un area naturale protetta, vi si può entrare solo a piedi per rispettare il naturale silenzio dei luoghi e la genuinità del paesaggio.

Un altro motivo per cui visitare il Gargano? Le splendide grotte sulla costa, ce ne sono decine, tutte altrettanto interessanti ed affascinanti.