Mappa del Salento

Per descrivere la mappa del Salento bisogna fare un operazione di astrazione ed immaginare la sua collocazione, guardando lo “stivale” formato dall’Italia all’interno del bacino Mediterraneo, coincidente con quello che si potrebbe definire come “il tacco” dello stivale.

fotografia-del-salento07

I confini geografici del territorio salentino vanno dall’estrema punta a sud di Capo Leuca, là dove si incontrano il Mar Ionio con il Mar Adriatico e si estendono verso nord fino a lambire le pendici dell’altopiano delle Murge a nord, già nella provincia di Brindisi, mentre ad ovest confina con le terre della provincia di Taranto.

Sebbene suddiviso tra tre provincie, Taranto Brindisi e Lecce è quest’ultima ed essere identificata con il vero capoluogo del Salento per la sua posizione, proprio nel cuore della sub-regione pugliese.

Idealmente, per tracciarne dei confini sulla mappa si potrebbe immaginare una linea che corre da Gallipoli sulla costa ionica e che tocca Otranto sulla costa adriatica, per circoscrivere, più o meno correttamente i confini geografici del Salento, al quale bisogna aggiungere, come facente parte del salento anche il territorio di Manduria, già in provincia di Taranto.

A sud della penisola salentina è presenta una bassa catena di colline, denominate Serre Salentine, la cui cima più alta non supera i 200 metri sul livello del mare. Le comunicazioni sono fornite da una rete di strade statali che congiungono il capoluogo Lecce a Brindisi risalendo a nord (SS613) ed a Taranto verso ovest (SS7TER). Verso sud si raggiunge Santa Maria di Leuca attraverso la SS16 e la SS275, mentre la comunicazione con Gallipoli passa attraverso la SS101. E’ presente anche una rete ferroviaria, che fino a lecce è cestita dalle ferrovie nazionali (Trenitalia) e poi prosegue lungo tratti ferroviari privati, (Ferrovie Sud Est). Gli aeroporti più vicini sono quelli di Brindisi e di Bari.