Maglie

Maglie è una di quelle piccole cittadine che conservano intatto il sapore del Salento di un tempo. Una città di tradizioni agricole ed artigianali che, anche nell’epoca contemporanea ha saputo conservare nella loro genuina integrità.

E’ splendidamente incastonata nel verde di ulivi e vigneti, che qui offrono prodotti di eccezionale qualità e bontà.

fotografia-del-salento27

Di origini medievali, di cui restano poche tracce, perchè l’antico castello fortificato verrà trasformato, nel ‘700 in un elegante Palazzo Baronale, gran parte del suo patrimonio storico ed artistico risalgono all’epoca barocca, di cui si può ammirare un esempio di notevole bellezza e gusto artistico nella facciata del Duomo, la Chiesa della Collegiata, nel campanile barocco che lo sovrasta con la sua cupola arricchita di maioliche finemente decorate, nell’interessante colonna votiva Madonna delle Grazie.

Oltre al patrimonio artistico Maglie è anche un centro di notevole interesse per le tante attività artigianali che fanno parte integrante, insieme all’agricoltura, delle principali risorse ed attività economiche. Di particolare pregio si segnalano soprattutto i ricami tessili, che sono conosciuti ben oltre i confini della regione per la loro grazia e bellezza, a cui si accostano una grande tradizione artigiana nella cesteria e nella lavorazione del ferro battuto.

Trovandosi al centro di un’area particolarmente ricca di reperti archeologici, Maglie ha voluto ospitare un importante museo, dedicato alla storia più antica e remota delle popolazioni che hanno abitato la Puglia ed il Salento in particolare: il Museo Civico di Paleontologia e Paletnologia di Maglie nel quale, tra i numerosissimi reperti che ne fanno uno dei musei paleontologici più importanti di Europa, si possono vedere le famose Veneri di Parabita, e diversi ritrovamenti delle antichissime tombe megalitiche di Salve.