Torre Vado

Torre Vado è una piccola marina che si trova sulla costa ionica del Salento. Una località un tempo abitata da pescatori ed agricoltori non molto conosciuta in pochi ani cresciuta e diventata una delle mete più frequentate da coloro che si recano in vacanza o in visita in Salento.

Torre Vado
Torre Vado

I segreti del successo e dello sviluppo di questo piccolo borgo sono essenzialmente da ricercarsi nella sua posizione geografica, a poca distanza dalle più interessanti e splendide località balneari del Salento, tra le quali le belle marine di Salve e di Ugento, Pescoluse o il litorale di Capo Leuca, e dalle maggiori attrazioni di carattere culturale storico ed architettonico del territorio salentino, città come Lecce, come Santa Maria di Leuca, come Nardò, o Gallipoli, sono infatti raggiungibili comodamente da Torre Vado in escursioni giornaliere.

Dominata da una delle tante torri costiere che contraddistinguono la costa salentina, un’imponente bastione in perfette condizioni grazie anche a recenti lavori di ristrutturazione, Torre Vado offre ai suoi visitatori scorci interessanti nella sua marina, dove la spiaggia accoglie gli appassionati del mare, nel porticciolo, uno dei più importanti ed in via di sviluppo dell’area intorno a Capo Leuca, che pian piano sta allargando le sue potenzialità di accoglienza delle imbarcazioni da diporto che navigano luno la costa salentina, e nei dintorni, che siano le confinanti spiagge di Pescoluse, di Torre Pali e di Torre Mozza, che siano i dolci paesi dell’entroterra dalla storia antichissima, come Ugento con le sue testimonianze dell’antica civiltà messapica, Salve con il suo patrimonio archeologico, e Patù.

Spiagge Salento

Il Salento si trova compreso tra il mare Adriatico ed il Mar Ionio, ed è solo negli ultimi 20 anni che la bellezza delle sue spiagge ha definitivamente conquistato il pubblico di vacanzieri, sia nazionale che internazionale.

fotografia-del-salento201

Piano piano questo ameno tratto costiero, che si sviluppa dal Golfo di Taranto fino a Capo Leuca per risalire ad est fino ad Otranto ed al Golfo di Manfredonia, è diventato sempre più apprezzato, complice la grande bellezza e pulizia del mare, che in qualche località da anni conquista ambiti premi come la Bandiera Blu europea, ed alle interminabili distese di sabbia dorata o bianchissima che si estendono soprattutto nel versante ionico, ma che non mancano nemmeno sul versante adriatico risalendo verso il nord di Otranto.

Dal Golfo di Taranto, scendendo verso sud la prima grande spiaggia che si incontra è quella di Porto Cesareo, un panorama magnifico di spiaggia sulla quale si affaccia un vero e proprio paradiso di sabbia e vegetazione, l’Isola dei Conigli. Più a sud, dopo un lungo tratto roccioso da Santa Maria al Bagno e Santa Caterina troviamo le spiagge del litorale di Gallipoli, belle, incontaminate e rinomate, come Rivabella, Lido Conchiglie, e la splendida Baia Verde con le acque color smeraldo.

Ancora più a sud da ricordare le belle marine di Ugento e di Salve, tra le quali è necessario citare una tra le spiagge più famose, Pescoluse: 8 chilometri di spiaggia contornata da dune, una località che lascia esterrefatti per bellezza e candore.

Passata la piccola spiaggia della Marina di Torre Vado la costa si fa aspra e rocciosa, e le prime spiagge che si incontreranno una volta doppiato Capo Leuca sul versante adriatico saranno da ricercare come gioielli incastonati tra gli scogli, come le piccole ma non per questo meno attraenti insenature nei pressi di Porto Badisco.

Più a nord, oltre Otranto un panorama bellissimo è offerto dalle spiagge di sabbia bianca dei Laghi Alimini, un paradiso naturalistico, di Torre dell’Orso e di San Foca.

Torre Pali

Torre Pali è forse una tra le più conosciute e rinomate tra le Marine di Salve, una serie di località balneari e turistiche di indubbio fascino che si affacciano sulla costa ionica del Salento a pochi chilometri di distanza dall’estrema punta di Capo Leuca.

fotografia-del-salento43

La località è chiamata così per la presenza di una delle tante torri costiere che caratterizzano i litorali del Sud Italia, un tempo funestati dalle ricorrenti scorrerie di turchi, pirati e saraceni che dal mare approdavano sulla costa per portare distruzione e morte.

La torre, un tempo doveva essere veramente maestosa, ma oggi, a causa della furia degli elementi è in parte diroccata, e sorge nel bel mezzo del mare, a circa 20 metri dalla costa proprio davanti alle spiagge.

Si tratta di una località particolarmente mondana e frequentata, l’ideale per chi desidera trascorrere le giornate in spiaggia attorniato dai servizi necessari al massimo della comodità, come le stazioni balneari dove si possono affittare sedie sdraio, lettini ed ombrelloni, la possibilità di noleggiare attrezzature per gli sport d’acqua, ed i punti di ristori e di ristorazione dove ristorarsi tra un bagno e l’altro.

Le acque sono splendide, limpide e pulite, ed i fondali sabbiosi digradano dolcemente, permettendo quindi anche ai nuotatori meno esperti ed ai bambini di divertirsi tuffarsi e nuotare in tutta sicurezza. Per chi cerca un po’ di solitudine poco distante c’è la immensa distesa di sabbia di Pescoluse, mentre gli appassionati di immersioni e di fondali marini troveranno di che soddisfare la loro passione tra le secche che si estendono davanti al litorale di Torre Mozza.

Baia dei Turchi

Nell’area dei Laghi Alimini, una delle zone più incantevoli della costa intorno ad Otranto, che si trova pochi chilometri più a sud, si possono trovare incantevoli spiagge dove trascorrere qualche giornata all’insegna del piacere di mare limpido pulito e cristallino immerso tra il verdeggiare della natura incontaminata.

fotografia-del-salento08

Tra le più conosciute, rinomate e famose sicuramente spicca la Baia dei Turchi, chiamata così perchè, vuole la leggenda, fu proprio su queste spiagge che, nel 1480, sarebbero approdate le navi turche dalle quali sarebbe poi partito il drammatico assedio alla città di Otranto, conclusosi drammaticamente per gli abitanti della cittadina con più di 800 morti e centinaia di persone vendute come schiavi, nonché la quasi totale distruzione della città.

La spiaggia è formata da una lunga striscia di sabbia che si estende circondata da bastioni di terra e roccia appena alle spalle, ricoperti da una splendida e verdeggiante vegetazione costituita per lo più di macchia mediterranea.

Il fondale digrada dolcemente verso il fondo, ed ogni tanto, lungo la linea costiera, degli scogli affioranti tra i fondali sabbiosi ed il mare movimentano con la loro presenza il paesaggio. L’acqua è limpida e cristallina, l’ideale anche per chi è appassionato di immersioni che potrà avventurarsi lungo la linea scogliera che si estende a nord ed a sud della spiaggia. Pur essendo all’interno della zona protetta, la Baia dei Turchi offre anche tratti di spiaggia attrezzata per coloro che anche al mare non vogliono rinunciare ad alcune comodità come l’ombrellone, le sdraio ed i lettini.